• Venduto da: Salone Artimmagine

    Trattamenti SPA per Capelli

    Venduto da: Salone Artimmagine
    • Trattamento Keratina a partire da 60€
    • Trattamento Awapuhi a partire da 17€
    • Trattamento Anticaduta a partire da 15€
    • Trattamento Ricostruzione Tessuto a 15€
    • Trattamento Ricostruzione Base a 6€
    • Trattamento Cutaneo- chiamaci al +39 366 192 7899
  • Venduto da: Salone Artimmagine

    Schiariture Light Up

    Venduto da: Salone Artimmagine

    Stagione che viene, trend che porta con sé. Anche in tema di capelli e schariture. «Con buona pace di quante apprezzano gli stacchi cromatici audaci, l’estate 2019 invita alla moderazione», esordisce il coiffeur Redy Jihar: brand ambassador Biocolorist Therapy, l’esperto accenna addirittura a trasparenze cromatiche, «veli di colore che si depongono sul capello, appena visibili, tanto più ammalianti proprio perché così discreti».
    Fa eco Lucia Bossi, “storica” colorist del team Aldo Coppola: «Oggi si ricerca un finish iper naturale e personalizzato in base al tipo di capello e al taglio. I riflessi sono naturali, garbati, appena percettibili». A monte, una maggiore attenzione alla salute dei capelli: «È raro che una cliente entri in salone chiedendo una trasformazione radicale», confida Bossi. «Molto più numerose sono le donne che hanno compreso l’importanza di rispettare la propria natura, fondamentale nel taglio e non meno importante quando di parla di colore tra i capelli».

    Una consapevolezza che ha condizionato le tecniche di schiaritura messe e punto nel corso degli ultimi anni. Evoluzione dei procedimenti nati a partire dagli Anni ’70 (in primis mèche e colpi di sole), hanno nomi evocativi (come ombré e balayage), sono concepiti in Italia (è il caso del degradé) o arrivano direttamente dall’altra parte dell’Oceano (il tie & dye, per esempio). Scopriamo di cosa si tratta e in cosa differiscono.

  • Venduto da: Salone Artimmagine

    Tonalizzante Magic Nuance

    Venduto da: Salone Artimmagine

    Quando si decide di effettuare, ad esempio, la decolorazione del capello, si agisce sollevandone le cuticole e privandolo dei suoi pigmenti naturali.

    Questo processo indebolisce moltissimo i capelli, lasciandoli più fragili e sensibili, in quanto la struttura del capello viene proprio svuotata dai pigmenti che la riempiono.

    In questa circostanza, il tonalizzante è una buona soluzione per ripristinare l’aspetto brillante dei capelli.

    Il tonalizzante è un prodotto a base di pigmenti puri privo di ammoniaca che serve a pigmentare capelli schiariti e decolorati, ovvero riempie la struttura del capello dando corpo e luminosità alla chioma trattata. Grazie ai pigmenti ripristinati l’aspetto dei capelli risulterà migliore: appariranno meno sfibrati e dal colore più intenso.

    La tonalizzazione viene effettuata, in genere, dopo la decolorazione proprio per ridare corpo ai fusti che sono stati svuotati dei pigmenti.

    In effetti, se viene a mancare la tonalizzazione sui capelli decolorati, l’utilizzo di shampoo ristrutturante, balsamo, oli e maschere non produrrà nessun effetto benefico su capelli che sono stati privati della loro struttura originale.

    Per questo è importante tonalizzare la chioma in seguito.

    Come dicevamo sopra, il tonalizzante può essere usato anche sui capelli al naturale per ravvivare i riflessi su una chioma spenta e ridare luce e corpo alle lunghezze.

    Dopo la prima applicazione è consigliato ripetere il trattamento almeno una volta al mese, in quanto il colore ha la tendenza ad ossidare nel tempo.

    Se è la prima volta che effettui la tonalizzazione consigliamo di affidarsi a mani esperte, in quanto si tratta pur sempre di un trattamento che va ad interessare la struttura più profonda del capello. Sono quindi vivamente sconsigliati gli esperimenti DIY se volete evitare il rischio di danni irreparabili.

    In quanto privo di ammoniaca il tonalizzante può essere utilizzato da tutte senza effetti dannosi per i capelli o per la salute.

    Presso i nostri saloni Êtrebel di Cadorago e Lugano effettuiamo la tonalizzazione dopo ogni decolorazione o schiaritura per garantire alle nostre clienti un risultato ottimale.

    Contattaci per prenotare un appuntamento e lasciati consigliare dal nostro staff, che saprà indirizzarti verso la soluzione più adatta per i tuoi capelli.

    Ti ricordiamo di iscriverti alla nostra newsletter compilando i form qui di seguito. Riceverai così tutti i nostri consigli personalizzati in base alle tue preferenze!

  • Venduto da: Salone Artimmagine

    Colore Base, Ammonia o Personalizzato

    Venduto da: Salone Artimmagine
    • Colore Base a partire da 24€
    • Colore Ammonia a partire da 30€
    • Colore Personalizzato a partire da 40€
  • Venduto da: Salone Artimmagine

    Taglio su Misura

    Venduto da: Salone Artimmagine

    Taglio + Piega su misura a soli 24€

  • Venduto da: Salone Artimmagine

    Acconciatura Fascino Raccolto

    Venduto da: Salone Artimmagine

    Quando fai un raccolto pensi mai di armonizzarlo in base al tuo profilo e alla forma del viso? Soprattutto se è un evento speciale, come una serata o un matrimonio, in cui verrai fotografata, la scelta dell’acconciatura è importante! Ecco come individuare il raccolto che fa per te

    Che sia una serata, il tuo matrimonio, o un matrimonio a cui sei invitata, optare per un’acconciatura raccolta è una scelta che paga sempre, perché il raccolto è femminile, raffinato e romantico. Se l’evento poi ha un dress code formale ed elegante ed è richiesto l’abito lungo ad esempio, allora il raccolto diventa indispensabile. Più rimane composto e perfetto e più è formale; più è spettinato, asimmetrico e scomposto e più risulta sbarazzino e un po’ bohemien.

    Se sei invitata ad un matrimonio ricorda che la sposa è la protagonista, quindi mantieni il tuo raccolto e gli accessori con cui lo decori sobri e semplici.

    E’ bello avere i capelli lunghi anche per poterli raccogliere e vederti ogni volta diversa a seconda del tipo di acconciatura. Con l’abito da sposa il raccolto dona sempre un’allure speciale, devi solo saperlo abbinare stilisticamente all’abito e sceglierlo adatto alla tua forma di viso e al tuo profilo, e il gioco è fatto!

  • Venduto da: Salone Artimmagine

    Piega Glamour

    Venduto da: Salone Artimmagine

    Mettere in piega i capelli significa disporre i legami ad idrogeno della struttura α-elica del capello nel modo desiderato grazie al calore che permette all’acqua di evaporare fissando la struttura α-elica; questo, infatti, permette di dare temporaneamente la forma desiderata alla chioma attraverso la spazzola o i bigodini.

    Quando i capelli vengono bagnati o vengono a contatto con l’umidità, i legami idrogeno che legano le catene α-elica delle proteine (una struttura tipica della α-cheratina dei capelli) si rompono nuovamente, de-spiralizzando la proteina e facendo quindi allungare i capelli. Questi legami si riformano non appena l’acqua evapora durante il processo di asciugatura; per questo motivo, attraverso la messa in piega possiamo fare in modo che i nuovi legami si riformino nella posizione che desideriamo.

    Esistono diversi tipi di messa in piega a seconda del risultato che si desidera ottenere: da una capigliatura riccia ad una liscia. La messa in piega viene generalmente realizzata attraverso il brushing, ossia attraverso l’utilizzo della spazzola e del phon. Infatti, se desideriamo modificare temporaneamente la forma della nostra chioma, la messa in piega è la tecnica ideale.

    Per non danneggiare troppo il capello è bene ricordare che il calore danneggia le proteine della cuticola denaturandole. È, perciò, molto importante fare molta attenzione alla temperatura raggiunta degli strumenti utilizzati che non dev’essere troppo elevata.

    Per questo ragione, prima di procedere alla messa in piega, è buona norma tamponare per bene i capelli con l’asciugamano e asciugarli grossolanamente con il phon a distanza. I capelli all’inizio della messa in piega devono essere appena umidi. È meglio evitare il brushing sui capelli asciutti poiché questo li rende fragili.
    L’uso della spazzola giusta è un altro aspetto di cui tenere conto. Pettini e spazzole di cattiva qualità possono spezzare il cappello, danneggiandolo in maniera meccanica. Le migliori spazzole sono quelle in pelo di cinghiale. Per una messa in piega più efficace, in commercio esistono anche spazzole termo conduttrici: la parte in metallo si surriscalda con l’aria dell’asciugacapelli, permettendo così di fissare meglio la piega desiderata.

  • Venduto da: Salone Artimmagine

    Piega Easy

    Venduto da: Salone Artimmagine

    Mettere in piega i capelli significa disporre i legami ad idrogeno della struttura α-elica del capello nel modo desiderato grazie al calore che permette all’acqua di evaporare fissando la struttura α-elica; questo, infatti, permette di dare temporaneamente la forma desiderata alla chioma attraverso la spazzola o i bigodini.

    Quando i capelli vengono bagnati o vengono a contatto con l’umidità, i legami idrogeno che legano le catene α-elica delle proteine (una struttura tipica della α-cheratina dei capelli) si rompono nuovamente, de-spiralizzando la proteina e facendo quindi allungare i capelli. Questi legami si riformano non appena l’acqua evapora durante il processo di asciugatura; per questo motivo, attraverso la messa in piega possiamo fare in modo che i nuovi legami si riformino nella posizione che desideriamo.

    Esistono diversi tipi di messa in piega a seconda del risultato che si desidera ottenere: da una capigliatura riccia ad una liscia. La messa in piega viene generalmente realizzata attraverso il brushing, ossia attraverso l’utilizzo della spazzola e del phon. Infatti, se desideriamo modificare temporaneamente la forma della nostra chioma, la messa in piega è la tecnica ideale.

    Per non danneggiare troppo il capello è bene ricordare che il calore danneggia le proteine della cuticola denaturandole. È, perciò, molto importante fare molta attenzione alla temperatura raggiunta degli strumenti utilizzati che non dev’essere troppo elevata.

    Per questo ragione, prima di procedere alla messa in piega, è buona norma tamponare per bene i capelli con l’asciugamano e asciugarli grossolanamente con il phon a distanza. I capelli all’inizio della messa in piega devono essere appena umidi. È meglio evitare il brushing sui capelli asciutti poiché questo li rende fragili.
    L’uso della spazzola giusta è un altro aspetto di cui tenere conto. Pettini e spazzole di cattiva qualità possono spezzare il cappello, danneggiandolo in maniera meccanica. Le migliori spazzole sono quelle in pelo di cinghiale. Per una messa in piega più efficace, in commercio esistono anche spazzole termo conduttrici: la parte in metallo si surriscalda con l’aria dell’asciugacapelli, permettendo così di fissare meglio la piega desiderata.

  • Cheratina Lisciante

    Il trattamento alla cheratina è un vero e proprio elisir di bellezza per i capelli: “lavorando dall’interno” nutre in modo intenso la chioma, idratandola e ristrutturandola a fondo.
    Dopo il trattamento i capelli saranno visibilmente più morbidi, lisci e sani; la piega e lo styling risulteranno più facili.
    Il trattamento alla cheratina è definito “semi-permanente” in quanto i suoi effetti non durano per sempre. Generalmente un trattamento dura circa 2 o 3 mesi, ma questo tempo varia in funzione di molti fattori e soprattutto della frequenza con cui laviamo i capelli.
    Cos’è la cheratina??? La cheratina è una proteina naturale e si trova negli strati esterni di unghie, pelle ed è uno degli elementi principali che compone la fibra capillare. La cheratina che si trova nei prodotti per capelli è di origine vegetale. La cheratina utilizzata nei prodotti e nei trattamenti per capelli non altera la struttura del capello, ma è chimicamente compatibile con la composizione stessa dei capelli.
    Perché i capelli perdono cheratina?? Perdita e diminuzione di cheratina sono fenomeni piuttosto comuni per i capelli: a differenza della pelle, i capelli non sono in grado di ricostruirsi o rigenerarsi. La perdita di cheratina rende i capelli deboli, soggetti alle doppie punte ed è la causa principale dell’odiato effetto “trascurato”.
    Le cause che portano i capelli alla perdita di cheratina sono molteplici:
    – Uso frequente di phon e piastra: cerchiamo di utilizzare il phon con temperature dell’aria non troppo alte, passiamo la piastra solo quando necessario e abituiamoci a far asciugare in modo naturale i capelli quando la temperatura lo permette.
    – Frequenti tinte, decolorazioni o permanenti: questi trattamenti alterano chimicamente i capelli e sono dannosi per la salute della nostra chioma.
    – Uso di shampoo e prodotti aggressivi: assicuriamoci di utilizzare dei detergenti specifici per il nostro tipo di capello, ma evitiamo quei prodotti troppo aggressivi sulla cute e sui capelli.
    – Fumo, stress e cattiva alimentazione: adottare uno stile di vita corretto e sano, si ripercuote positivamente sulla bellezza e sulla salute dei nostri capelli.
    – Prolungata esposizione al sole: proteggiamo i nostri capelli da sole, sale e cloro con un prodotto specifico.Prendi appuntamento chiamandoci al +39 3924500544

    150,00200,00 Scegli

Ricerca avanzata

Ricerca avanzata
Close

Menu Principale